San Bernardo di Chiaravalle: citazioni celebri dalle frasi

Chi scoprì che la Terra gira intorno al Sole? Storia della scoperta che terra gira intorno al sole, prime intuizioni nella storia da Aristarco a Galilei, fino alla conferma sperimentale avvenuta più tardi. Chi ha scoperto che la terra gira intorno al sole Già nel 260 a.C., l'astronomo greco Aristarco sostenne che la Terra ruota intorno al Sole, ma la maggior parte delle persone non poteva credere che la...
Ciambotta di pesce, ricetta in tegame con pomodorini e peperoncino Come cucinare la ciambotta di pesce, una zuppa di mare tipica di Manfredonia e altre zone della Puglia, oltre che di altre regioni del sud Italia, da fare con cozze e rombo, con scampi e pomodorini ciliegia. Ingredienti per 4 persone - 1 ciuffo di prezzemolo- 1 spicchio d'aglio- 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva- 8 cozze con il guscio- 2 trance...
san bernardo di chiaravalle
san bernardo di chiaravalle
Dove comprare anelli da uomo e per donna in offerta Indicazioni su dove acquistare anelli unisex a prezzo speciale, un elenco comprensivo di foto indicative e riportante tutte le caratteristiche dell'oggetto con i tempi di consegna previsti. Offerte anelli donna uomo

Citazioni dalle frasi di San Bernardo di Chiaravalle, abate e teologo francese fatto santo, vissuto tra il 1090 e il 1153. Padre dell’ordine cistercense, fu spinto frequentemente a lasciare la tranquillità del monastero per occuparsi delle controversie politiche religiose dell’epoca. I suoi sermoni di commento alla bibbia, costituiscono un magnifico documento di teologia, che testimonia la sua esperenza del mistero riguardante la fede in Dio, fonte di ispirazione spirituale da generazioni grazie all’affetto devoto che sono in grado di ispirare verso l’umanità di Cristo e la Vergine Maria.

Frasi San Bernardo di Chiaravalle

– Vi è chi loda il Signore, perché è potente, vi è chi lo loda perché è buono con lui, e v’è infine chi lo loda perché semplicemente è buono. Il primo è un servo e teme per sé; il secondo è un mercenario, e brama per sé; il terzo è un figlio e s’affida al padre.

– Da principio quindi l’uomo ama se stesso per se stesso. Egli è carne e non è capace di intendere nulla fuori di sé. Quando vede che con le sole sue forze non può sussistere, per mezzo della fede comincia a ricercare e ad amare Dio, in quanto a lui necessario. Perciò in un secondo momento ama Dio, ma in vista di sé, non in vista di lui.

– Quando, sotto la spinta della propria necessità, l’uomo comincia ad onorare il Signore e a frequentarlo con la meditazione, la lettura, la preghiera, l’obbedienza, ecco che, in conseguenza di tale familiarità, Dio a poco a poco insensibilmente gli si rivela e gli comunica la sua dolcezza. Allora, dopo aver gustato quanto è dolce il Signore, l’uomo passa al terzo grado, cioè ama Dio non in vista di sé, ma in vista di lui. Per lo più si rimane a questo grado, e non so se in questa vita sia possibile realizzare pienamente il quarto grado, dove l’uomo ama se stesso solo in vista di Dio.

– Solo un malato può comprendere ed aver compassione di un altro malato. I cristiani “partendo dalle proprie sofferenze imparano a compatire quelle degli altri”.

– Tutto il tempo in cui non pensi a Dio, devi considerarlo come tempo perduto.

– Quanto più si è buoni, tanto più si è cattivi, se si attribuisce a proprio merito ciò per cui si è buoni.

– La somiglianza dell’uomo con Dio è la condizione indispensabile perché noi possiamo conoscere Dio, e tale somiglianza è opera della carità.

– Digiuno e preghiera sono, “come due fratelli, ognuno dei quali reca aiuto e conforto all’altro”.

– La carità crea la carità; quella sostanziale crea quella accidentale. Questa (Dio) è la legge eterna, che crea e governa l’universo…Nulla è lasciato senza legge, dato che essa stessa, è legge.

– Troverai più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose che nessun maestro ti dirà.

– Dio ha voluto che nulla riceviamo, che non passi prima attraverso le mani di Maria.

– Solo Gesù è “miele alla bocca, cantico all’orecchio, giubilo nel cuore”.

– Preghiera di San Bernardo per il nome di Maria: Chiunque tu sia, che nel flusso di questo tempo ti accorgi che, più che camminare sulla terra, stai come ondeggiando tra burrasche e tempeste, non distogliere gli occhi dallo splendore di questa stella, se non vuoi essere sopraffatto dalla burrasca! Se sei sbattuto dalle onde della superbia, dell’ambizione, della calunnia, della gelosia, guarda la stella, invoca Maria. Se l’ira o l’avarizia, o le lusinghe della carne hanno scosso la navicella del tuo animo, guarda Maria. Se turbato dalla enormità dei peccati, se confuso per l’indegnità della coscienza, cominci ad essere inghiottito dal baratro della tristezza e dall’abisso della disperazione, pensa a Maria. Non si allontani dalla tua bocca e dal tuo cuore, e per ottenere l’aiuto della sua preghiera, non dimenticare l’esempio della sua vita. Seguendo lei non puoi smarrirti, pregando lei non puoi disperare. Se lei ti sorregge non cadi, se lei ti protegge non cedi alla paura, se lei ti è propizia raggiungi la mèta.

Guarda anche